.
Annunci online

BarDiFontanelle

premio fedeltà

diario 28/11/2008

 

Premio fedeltà



Su Berlusconi ho fatto articoli, ho detto che è stato indagato centinaia di volte da varie procure d’Italia, molte volte è finito sotto processo e ne è uscito quasi sempre per prescrizione (reato commesso ma è troppo tardi per poterlo punire) dovuta anche alle innumerevoli leggi promulgate da lui stesso, ma ora voglio semplicemente tirare le somme: sono otto mesi che quest’uomo governa l’Italia ed è ormai la terza volta che va al potere quindi dovrebbe conoscere i problemi del Paese alla perfezione. Cosa ha fatto insieme ai suoi amici?

1. appena arrivati c’era la grande emergenza rifiuti della Campania e Berlusconi aveva basato tutta la campagna elettorale sulla risoluzione di quel problema, quindi è andato a Napoli un paio di volte, ha detto davanti alle sue telecamere che avrebbe ripulito la regione e poi se n’è andato…ora nel centro di Napoli non c’è più spazzatura; con un apposito decreto che va contro a tutte le normative europee del caso, l’hanno portata appena fuori di lì e tutto il territorio campano continua ad essere ricoperto di melma…tra l’altro in mezzo ai provvedimenti per la spazzatura, si era cercato di proporre l’ennesimo emendamento “salva rete4” poi scoperto e fatto ritirare da Di Pietro.

2. un altro punto fondamentale nella campagna per l’approvvigionamento voti è stato la questione sicurezza, o meglio l’emergenza sicurezza. Se avete notato, in quel periodo sono aumentate esponenzialmente le rapine, i furti, gli stupri, gli investimenti in auto e i piccoli bulli a scuola…beh, per forza, se no la gente come fa ad essere d’accordo sull’esigenza di un pacchetto sicurezza? Tale pacchetto prevedeva leggi incostituzionali a iosa, come le leggi razziali per gli immigrati, l’evoluzione della “blocca processi” ossia il Lodo Alfano: quest’ultimo per chi non ne fosse al corrente va contro almeno all’ articolo 3 e 24 della Costituzione che dicono rispettivamente che ognuno di noi è uguale di fronte alla legge e che ognuno di noi può agire in giudizio per far rispettare i propri diritti. Ma cosa dice allora di tanto grave questo Lodo Alfano?! Dice che tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge meno 4. I quattro sono il presidente della Repubblica, del Senato, della Camera e…del Consiglio. Napolitano, Schifani, Fini e Berlusconi quindi possono, dal luglio di quest’anno commettere qualsiasi reato, ma finchè restano in carica nessuno potrà iniziare un processo contro di loro e i processi già in corso vengono sospesi. Ora, si da il caso che l’unico dei “fantastici quattro” ad avere processi in corso (ben quattro) era Berlusconi, che così si è visto fermare appena prima di una sentenza il processo per corruzione dell’avvocato inglese David Mills al quale avrebbe dato 600000 dollari per avere da lui una testimonianza soft davanti alla procura di Milano per ciò che riguardava la gestione dei fondi delle sue società off shore. Pacchetto sicurezza, la sua sicurezza di non finire condannato!

3. ma attenzione, l’impunità a sole quattro persone è un po’ pochino, perciò il signor Giuseppe Consolo ha già tirato giù una bozza per rendere improcessabili tutti i ministri! I maligni favoleggiano su un improbabile conflitto di interessi perché si da il caso che Consolo (An) sia anche avvocato del ministro Altero Matteoli, indagato a Livorno per favoreggiamento…

4. una notizia di qualche giorno fa ci ha informato che Corrado Carnevale è stato riabilitato tramite leggina per fare il presidente della Corte Costituzionale…questo sconosciuto ai più è stato indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, condannato a 6 anni in appello e poi assolto in cassazione, nella sua carriera ha annullato più di 500 sentenze (da qui il soprannome l’ammazza sentenze) di Falcone e Borsellino diceva testuale: sono due incapaci, con un livello di professionalità prossimo allo zero; io i morti li rispetto ma certi morti no; si si, io contro di loro ho un'avversione che non è venuta meno neanche dopo che la mafia li ha ammazzati; chiamava Falcone “quel cretino” e “faccia da caciocavallo”. Questo giudice è stato candidato da questo governo…

5. ma questo è anche il governo dei risparmi, Brunetta mette tornelli ovunque, attacca ormai quotidianamente i dipendenti pubblici, dimenticando di essere anche lui in quella categoria anche se viaggia con l’auto blu, guadagna circa 22000 euro al mese, sta in una maggioranza che all’inizio della legislatura ha rimesso in funzione gli aerei blu, cancellati da Prodi, che permette che il ministro Scajola si faccia ripristinare la tratta Roma-Albenga (dove ha una casa al mare). Il ministro Gelmini taglia 7,8miliardi di euro alla scuola tutta e pretende anche che si protesti in silenzio ma il suo governo ha preparato in quattro e quattr’otto 40 miliardi per salvare le banche in crisi, ha svenduto Alitalia ad una banda di bancarottieri pregiudicati facendoci rimettere circa 1miliardo e 600milioni di euro più i debiti e la restituzione del prestito ponte di 300 milioni fatto ad aprile che sono diventati cosa pubblica. Intanto, per favorire la sicurezza dei cittadini sono stati tagliati ingenti fondi a forze dell’ordine e magistratura.

6. per il futuro si prevedono invece riforme della giustizia e proibizioni per quanto riguarda le intercettazioni telefoniche…chissà se cambieranno stile…

7. Silvio Berlusconi ripete costantemente di rimanere sereni, ottimisti e tranquilli, in Italia va tutto a gonfie vele.

Eppure i berlusconiani convinti sono tanti, magari qualcuno in meno rispetto ad aprile ma sono comunque ancora tanti, a loro, a tutti loro, voglio veramente regalare un premio fedeltà.

D.P.




permalink | inviato da ken saro wiwa il 28/11/2008 alle 0:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Blog letto1 volte

Categorie
tags
parlamento pulito rete4 europa7 di stefano chiesa berlusconi patrizia d'addario candidature europee marco travaglio daniele amanti sindone genchi blocca processi berlusconi berlusconi veline censura
Link
la politica e cosa nostra sono due poteri che si contendono lo stesso territorio, o si fanno la guerra o si mettono d'accordo Paolo Borsellino