.
Annunci online

BarDiFontanelle

il re è nudo

diario 24/7/2009

Mai modo di dire è stato più realistico ed adatto al nostro paesino italiota…
Vi ricordate quando il Presidente candidò, o meglio cercò di candidare, veline e attricette al parlamento europeo? Bene, tutto inizia da lì. Per capire cosa sta succedendo, cosa significano i titoloni in prima pagina di alcuni giornali che scrivono “gossip” si deve partire dalle candidature di decine di donnine alle elezioni europee del 6/7 giugno, sì, da un evento pubblico, che rende tutta la storia di interesse pubblico e non di certo, come continua a sostenere qualcuno, una vicenda personale.
In quell’occasione la moglie Veronica Lario disse che tutto ciò era “ciarpame senza pudore” e chiese il divorzio annunciando che Berlusconi è uno che “non sta bene”… il giorno dopo spariscono dalle liste praticamente tutte le candidate velinoidi.
In effetti, che avesse dei problemi, se non altro nel riconoscere l’età delle sue prede, lo si è dedotto pochi giorni dopo quando uscirono notizie riguardanti una certa Noemi Letizia che chiamava il nostro presidente del consiglio “Papi”. Alle domande dei giornalisti che le chiedevano che tipo di rapporto c’era tra lei e il presidente rispondeva che tra loro c’era un’ amicizia che durava fin dai tempi in cui lei era bambina e che a volte, quando lui si sentiva solo, la chiamava a Roma o Milano per tenergli compagnia o per cantare al karaoke. La favola della vecchia conoscenza con la famiglia svanisce presto perchè in realtà il book fotografico dell’allora minorenne era capitato sul tavolo di Emilio Fede che da buon direttore di un tg lo fece recapitare al suo padrone che a sua volta chiamò l’interessata per fare conoscenza.
Come se non bastasse, iniziano a girare, soprattutto in Spagna, sul quotidiano El Pais foto di una festa a Villa Certosa in cui, oltre a show girls in topless si vede anche l’ex primo ministro ceco Topolanek completamente nudo. L’avvocato del cavaliere, quando le foto approdano in Italia, per evitare che si diffondano, le fa sequestrare dalla Procura di Roma, che supina obbedisce…
Ma a questo punto i giornali qui da noi si sono dimenticati delle veline quasi candidate alle europee…tutte queste signorine però si ricordano benissimo che sono state sbattute fuori ad un passo dalla celebrità… e decine e decine di loro sono state così previdenti da registrare accuratamente tutto ciò che succedeva e si diceva nelle “feste” del premier…non si sa mai, un giorno potrebbero servire, per convincere qualcuno a fare qualcosa… un esempio, il più plateale, è quello di Patrizia d’Addario. Lei è una cosiddetta escort, una donna di compagnia, che conosce il presidente grazie al signor Giampaolo Tarantini, un imprenditore (pappone). La suddetta sostiene di vedersi con Berlusconi non tanto per i soldi (2000 euro alla volta) ma per dei favori per un cantiere di un residence in Puglia. Inoltre, la stessa dichiara al Corriere della Sera:” Mi hanno messo in lista perché ho partecipato a due feste a palazzo Grazioli. Ho le prove di quello che dico e voglio raccontare che cosa è successo prima che decidessi di tirarmi indietro. Il mio nome è ancora lì, ma io non ci sono più”. Si sa di frequentazioni tra i due fin dal settembre 2008. Sta di fatto che la D’Addario registra ogni volta le conversazioni e scatta alcune fotografie a Palazzo Grazioli in cui si parla di notti insonni, preservativi non usati e dolori particolari… ecco una trascrizione di una conversazione tipo risalente al 5 novembre 2008, quando il premier era ancora sposato con Veronica: (nel caso specifico i due commentano la notte passata)
Patrizia D’Addario: Pronto?
Silvio Berlusconi: Come stai questa mattina?
PD: Come stai?
SB: Questa mattina
PD: Bene
SB: Tutto bene?
PD: Si…tu?
SB: Io si, ho lavorato tanto, questa mattina sono andato a inaugurare questa mostra, ho fatto un bellissimo discorso, con applauso e non sembravo stanco
PD: Eh infatti come me, io non ho sonno non ho dormito, è andata via solo la mia voce
SB: Beh come mai? Non abbiamo gridato
PD: Eh eppure non ho urlato, chissà perché è andata via la voce, sai perché? Perché ho fatto la doccia, 10 volte con l'acqua ghiacciata perché avevo caldo
SB: Va bene senti, tutto bene?
PD: Si tutto bene
SB: Hanno consumato, io sto partendo adesso per Mosca
PD: Va bene
SB: Ti chiamo domani quando torno eh?!
PD: Ok, un bacione forte anche a te
SB: ciao
PD: ciao
SB: ciao tesoro
PD: ciao un bacio

Tutte le conversazioni con audio originale sono facilmente ascoltabili sul sito “l’Espresso.it”.

Chi vuole potrà, una volta letto questo articolo e magari approfondito l’argomento su internet, continuare a considerare questi fatti come vicende personali, l’importante è che si tenga a mente che per una politica sana e per un governo stabile è necessario che gli esponenti delle istituzioni non siano ricattabili…

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi patrizia d'addario

permalink | inviato da ken saro wiwa il 24/7/2009 alle 0:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Blog letto1 volte

Categorie
tags
berlusconi patrizia d'addario rete4 europa7 di stefano berlusconi veline censura chiesa blocca processi berlusconi parlamento pulito sindone daniele amanti genchi candidature europee marco travaglio
Link
la politica e cosa nostra sono due poteri che si contendono lo stesso territorio, o si fanno la guerra o si mettono d'accordo Paolo Borsellino